Casa case. Di case e non luoghi

Nessuna parola è più evocativa di C A S A. Casa nell’immaginario collettivo è quella lì con il tetto a triangolo e il corpo rettangolare o quadrato. Anche nella lingua italiana dei segni. Nulla di più semplice, immediato, scontato. Un’immagine … Continua

Le liste del naturalista: albi illustrati come taccuini per conoscere e riconoscere

postato in: La vertigine della lista | 1

Come fissare nella mente, per sempre, l’impressione di una natura folgorante e così diversa da quella che Charles Darwin aveva vissuto e studiato nelle campagne inglesi? Come non tralasciare nemmeno un petalo, una piuma, una sfumatura di quella ricchezza osservata … Continua

Liste narranti

Quando ero bambina avevo una scatola, che chiamavo la scatola dei tesori, nella quale c’erano gli oggetti che avevo raccolto e che mi piacevano: pupazzetti, bottoni, sassi, adesivi gommosi, nastri… Per me avevano un valore e un significato. Catalogare l’immaginario … Continua

La scatola delle infinite possibilità

Una copertina color marrone grezzo, tipico dei classici scatoloni da imballaggio, come anche il peso netto indicato in basso. Sopra c’è un coniglio stilizzato accanto a un rettangolo alto e stretto. Tutto suggerisce l’idea di una scatola. Eppure… Non è … Continua

Fuori!

postato in: Libri disobbedienti | 0

Mi piace questa definizione dell’infanzia di Alison Lurie in Non ditelo ai grandi (Mondadori 1993); dà l’idea di che cosa sia il bambino/ ragazzo. Il bambino o l’adolescente è “altro da noi”, appartiene a un’altra tribù, con riti diversi, valori … Continua

L’inferno è amico delle storie

postato in: Libri disobbedienti | 0

Fuga nelle illustrazioni cattive L’uomo nero, il lupo cattivo, la strega maligna sono personificazioni del male, della tentazione, del lato oscuro: la letteratura per ragazzi è ricca di situazioni e personaggi tutt’altro che rassicuranti. Non parlo però soltanto dei “cattivi” … Continua

Mettersi il costume da lupo (e combinarne di tutti i colori)

postato in: Libri disobbedienti | 0

Ecco uno degli incipit più famosi del panorama dell’albo illustrato, la riga che, svettante su uno sfondo bianco, apre la narrazione di Nel Paese dei Mostri Selvaggi, di Maurice Sendak, uno dei libri per l’infanzia dal cammino più fortunato, la … Continua

Musica, maestro! Tempi, ritmo e bianco & nero nell’albo illustrato

postato in: Il bianco e il nero | 0

Numerose sono le scelte stilistiche che un illustratore può usare per creare movimento e ritmo in un albo illustrato. La scelta dei colori in un albo non può mai essere casuale: crea focalizzazione, atmosfera, calore o distanza. Ma crea anche … Continua

Il colore dell’immaginazione

postato in: Il bianco e il nero | 0

Gran parte del fascino di un albo illustrato risiede nella sua natura di testo complesso. L’aspetto più evidente di tale complessità è il rapporto di interdipendenza dialettica tra apparato iconico e apparato verbale: parole e immagini in un picture book … Continua