Il tempo del dolore e le parole che rigenerano

postato in: Il Tempo | 0

Una delle più grandi virtù che ritengo abbiano certi libri è quella di fare luce, riabilitare la capacità dell’individuo ferito di uscire da un momento di oscurità, dall’isolamento, di adoperarsi nel proprio presente per proiettarsi nel futuro. Provate a ricordare … Continua

Quando i fratelli fanno i genitori: due romanzi di Marie-Aude Murail

postato in: Fratellino e sorellina | 0

Lo scorso 18 giugno, con i ragazzi di Qualcuno con cui correre abbiamo incontrato e intervistato, al festival Mare di libri di Rimini, Marie-Aude Murail. È stata un’esperienza talmente intensa e coinvolgente che a distanza di settimane permane il desiderio … Continua

Liste narranti

Quando ero bambina avevo una scatola, che chiamavo la scatola dei tesori, nella quale c’erano gli oggetti che avevo raccolto e che mi piacevano: pupazzetti, bottoni, sassi, adesivi gommosi, nastri… Per me avevano un valore e un significato. Catalogare l’immaginario … Continua

Furtivi, striscianti, graffianti: i libri di Neil Gaiman, tra gotico e humour

Libri inquietanti, ma non cattivi Apro un libro e sento raspare tra le pagine, sembrano artigli. Mi metto in guardia. Questo non è un libro innocuo, no. Meglio accendere la luce per illuminare le ombre. Semioscurità, pertugi e ragnatele. Questo … Continua

Roald Dahl: una storia editoriale a lieto fine. Fortunatamente

Tutta la storia della letteratura per l’infanzia è anche la storia della letteratura di infiniti tentativi fatti per inseguire e nutrire l’immaginazione dei bambini che è mutevole, strana, indecifrabile, affamata di nuovi nutrimenti ma facile a saziarsi.(Alice, Gulliver e le … Continua

Kevin Brooks: anatomia di una scrittura che divide

postato in: Libri disobbedienti | 0

Kevin Brooks nasce nel 1959 vicino ad Exeter, nel sudest dell’Inghilterra, secondo di tre fratelli, in una famiglia non particolarmente portata alle manifestazioni d’affetto. Già adulto ed affermato scrittore, racconterà che l’incontro con la moglie, proveniente da un contesto molto … Continua

Dire ad alta voce quel che i ragazzi non devono sapere

È singolare che quando si parla di letteratura per l’infanzia, gli adulti temano di più i cosiddetti libri “cattivi”, quelli che osano temi non addomesticati o che rifuggono la facile consolazione, che i “cattivi libri”, ovvero i prodotti di scarsa … Continua