contributi su altre riviste

 Il fascino cartaceo della tridimensionalità

Written by Beniamino Sidoti

#IndiceBCBF – Pop-up Show, una storia del libro nella sua terza dimensione

A Bologna, durante la Fiera del Libro per Ragazzi, ha fatto il suo esordio Pop-up Show, un’interessante mostra bibliografica interamente dedicata ai libri pop-up: a curarla sono Massimo Missiroli, collezionista e paper-engineer italiano tra i più importanti, e Matteo Faglia, editore e appassionato di pop-up.

Pop-up Show - Peeps into Fairy Land

Peeps into Fairy Land – 1896, Ernest Nister, London

Il pop-up è un genere editoriale fortunato e ricco di capolavori importanti, ma di genesi piuttosto recente. Come dimostra l’esposizione, i primi tentativi nascono intorno al 1880 tra Norimberga, nella bottega di Ernest Nister, e Londra, dove l’editore aveva aperto un ufficio commerciale che ne avrebbe poi permesso il successo internazionale: scenari “tridimensionali” in cui edifici e personaggi appaiono in aperture ancora semplici. Negli stessi anni lavorano con la carta altri editori e tipografi, mettendo a punto il primo bagaglio tecnico di tagli, aperture e incollature che porteranno ai pop-up veri e propri.

[]

sull'autore

Beniamino Sidoti

Beniamino Sidoti è autore e ricercatore in proprio: si occupa in particolare degli incroci e dei confini tra narrazione e gioco; ha animato recentemente i blog di Sonda.it e, per Giunti, di A scuola si legge. Tra gli ultimi suoi libri: Eccetera (edizioni la meridiana, 2013), Dizionario dei giochi (con Andrea Angiolino, Zanichelli, 2010), Lettori in gioco (con Alessandra Zermoglio, Sonda, 2015), Stati d'animo (Rrose Sèlavy, 2017) e Odeon Campero

Leave a Comment